www.bottomfioc.net > parole > poesie

   (UNI)VERSI DI UOMO

La Poesia l'espressione letteraria pi naturale, ma -al contempo- pi complessa da tradurre in atto. Troppe sono le inside che nasconde: il rischio di cadere nella banalit, di cedere alla sterile retorica, di non riuscire ad esprimere pienamente le emozioni che le hanno partorite. Pu darsi che una poesia emozioni pi chi la scrive che chi la legge. normale, ma non buon segno. Quello di non essere capiti un alibi ricorrente. Ma implica una imperdonabile colpa: che ci sia -intenzionalmente- qualcosa da capire.

Quelle che seguono sono alcune delle mie (nel senso di 'composte da me') poesie preferite. Coerentemente con quanto scritto sopra, non c' nulla da capire. auspicabile che piacciano, legittimo che non piacciano.


 WARHOL'S WARDROBE
(il guardaroba di warhol)
- 1998 -

un po' provocante?
un pop roboante.
sono io,
tra schiaffi di ossigeno sui capelli,
calci al buonsenso
e pugni nell'occhio...
ditemi,
vi sembra
arte statica?
arte estatica?
arte estetica?
siete fuoristrada:
fate retromarcia
e tornate in me.
non troverete mai
una domanda
alle mie risposte:
io
creo la vita delle immagini,
la storia delle icone,
il destino dei totem
e dei tab.
mi ripeto
diverso,
mi ripeto:
"diverso",
mi ripeto
di verso
inverso
pi tagliente.
il pennello
pugnala alla schiena
i bambolotti naif
dei vostri incubi banali.
e non devo neppure
cambiarmi l'abito
per travestire
l'uomo
da artista


SUPEREROE SOLITARIO
- 1999 -

c' qualcosa,
un tremito del cielo
(come una scossa alle stelle)
che non mi fa dormire.
la vista si appanna,
la notte porta con s
un consiglio fallace,
da amica tradita.
il silenzio spalanca
caotici viavai tra i miei pensieri
disturbati
dal nulla che significano.
e la pozione magica
contro la solitudine
una spiga di grano
che ho paura
di non potere
sfiorare
neppure


NEOPRESEPE
- 1999 -

la mia vita una mangiatoia
senza buoi:
mi scaldano solamente i somari


DI CHISS COSA, POI... DI NIENTE
-1999 -

altramemoria, un'altra foglia
limbo di carta
fredda spoglia
di chiss cosa, poi...
di niente
di foglie morte tra la gente.
e foglia foglia
paga e compra
da mano in mano
come un'ombra
e ai sentimenti lascia il niente
di chi vuol vivere
per sempre